Diritto penale industriale



Nell’ambito di quest’area, lo Studio Legale Manca assume in particolare la difesa processuale di soggetti imprenditoriali operanti nel settore produttivo che rivestono la qualità di imputato, indagato, persona offesa, parte civile, responsabile civile,  proprietario delle cose in sequestro o soggetto interessato alla loro restituzione, in procedimenti in materia di:
  • contraffazione di marchi, brevetti ed indicazioni d’origine tipiche
  • introduzione nel territorio dello Stato e messa in circolazione di merci contraffatte o alterate (artt. 473, 474, 517 ter, 517 quater, c.p.)
  • vendita di prodotti industriali con indicazioni ingannevoli, false o fallaci quanto ad origine, provenienza e – ove sanzionato – qualità, con particolare riferimento all’indicazione di provenienza ‘Made in Italy’ e simili, ed ai profili di rilevanza penale della produzione decentrata (art. 517 c.p., art. 4, co. 49°, l. n. 350/2003)
  • violazione del segreto scientifico, industriale e professionale (artt. 622, 623 c.p.)
  • altre ipotesi di diritto penale afferenti a fenomeni di concorrenza sleale e pubblicità ingannevole (ad es. boicottaggio, art. 507 c.p.; diffamazione/denigrazione dell’imprenditore concorrente e dei suoi prodotti, art. 595 c.p.)
  • altri casi che lo Studio si riserva di valutare volta per volta.

Lo Studio Legale Manca offre anche consulenza preventiva alle imprese che mirino, nello svolgimento delle proprie lecite attività, e nel contesto delle proprie determinazioni di programmazione dello sviluppo produttivo e di marketing, ad evitare l’integrazione di reati (in particolare in materia di contraffazione di marchi, decentramento produttivo e di indicazioni d’origine e provenienza), e a tutelarsi dalle altrui condotte anticoncorrenziali di rilevanza penale.